Vittime del proto-climate change


OggiScienza

800px-Wooly_Mammoth-RBCCRONACA – Alcuni dati: nel 1883 l’eruzione del vulcano Krakatoa, in Indonesia, sparse per il cielo 21 km cubici di materiale accompagnati dal boato più forte mai avvertito, che arrivò fino in Australia. Un’esplosione pari a quella di quattro bombe nucleari, seguita da terremoti e tsunami. Una catastrofe che costò la vita a 36000 persone.

Ora immaginate un’esplosione di una potenza numerose volte superiore a questa e con un impatto tale da coinvolgere quattro interi continenti. Cosa resterebbe di noi? Forse nemmeno il ricordo! Ecco allora che avrete in mente lo scenario proposto da Kenneth Tankersley per una Terra di 12800 anni fa. Tempo in cui i mammut circolavano per le pianure. Di loro almeno è rimasto il ricordo

View original post 686 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...