Il cuneo sul tetto che scotta. Intervista a Luca Mercalli


OggiScienza

Luca Mercalli sul tetto della sua casaJEKYLL – I negazionisti del riscaldamento climatico hanno sempre avuto vita facile, fino a quando nel 2001 l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) decise di pubblicare un mastodontico report, il terzo di una serie che prosegue ancora oggi. La summa di quelle pagine consisteva in un grafico chiamato dagli esperti hockey stick per la sua forma e che avrebbe avuto tanta fortuna nel decennio successivo. In effetti una semplice ricerca su Google permette di trovare decine di varianti del grafico in grado di soddisfare qualsiasi curiosità. Con questa immagine la comunità dei climatologi voleva mostrare i risultati di ricerche che andavano avanti da tempo: una sorta di bignami su mille anni di temperatura dell’atmosfera.

Ma con il passare del tempo l’impatto del grafico si è logorato e molti si sono chiesti perché altre immagini dal forte potere evocativo non si siano affermate sul grande pubblico. Perché per esempio i…

View original post 793 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...