Ecco quanto costerà nel 2013 il Quirinale


Lo “scandalo” è per la somma delle spese o per ” l’austerità montiana” che il Presidente ha favorito e promosso ? O per entrambe ?

Tutte cose

In nome della trasparenza delle amministrazioni pubbliche, anche Giorgio Napolitano ha deciso, per la prima volta nella storia del Quirinale, di rendere pubblico il bilancio di previsione del Colle. Così si scopre che la presidenza della Repubblica prevede di chiudere in pareggio il rapporto tra entrate e uscite, per una somma totale pari a 352.606.518 euro. Dei quali 228.500.000 a carico dei contribuenti italiani, e i restanti derivanti da “entrate integrative”.

Più di mezzo milione di euro (603mila) se ne va in beni di consumo, di cui 423mila euro finiscono ad imbandire le tavole dei commensali di Napolitano. La bolletta dell’energia elettrica è la più salata con il suo milione e ottocentomila euro, ma non sono da meno quella del gas (762mila) e dell’acqua (573mila). Costi di fronte ai quali impallidisce il balzello del canone che il Quirinale tiene a far sapere di versare regolarmente. Eppure di apparecchi televisivi…

View original post 136 altre parole