Il crocevia del futuro


Come tradurre in una scelta collettiva queste considerazioni ? Quale modello di “sviluppo” bisognerebbe adottare per evitare il collasso ? Che cosa sarebbe una “decrescita” ? Queste e altre sono le domande…L’autore del testo sembrerebbe , ironicamente, gia in possesso della soluzione …Ma ….

afterfindus

Mai sentito dire: oh gesugiuseppemaria, come andremo mai a finire?
Beh, scientificamente parlando non è che ci siano poi tante possibilità.
Alla fin fine, è tutta una faccenda di equilibrio tra numero di persone che ci sono in giro, e risorse.

E’ molto semplice: prendiamo le risorse complessive di un pianeta (acqua, atmosfera respirabile, terra coltivabile, animali, vegetali, minerali, gas, legno, alimenti, playstations, tutto quanto) e chiamiamole, non senza una certa coerenza, “risorse”.
Poi prendiamo tutta la gente che abita su quel pianeta (donne e uomini, vecchi e bambini, ricchi e poveri, sani e malati, colti e ignoranti, furbi e fessacchiotti, industrializzati e primitivi, manager e contadini, chic e sgarrupati, leghisti e gommonati), e chiamiamoli complessivamente “popolazione”.

Tra risorse e popolazione c’è un rapporto indiscutibile: se ci sono risorse disponibili, la popolazione cresce. Non so esattamente perchè le cose stiano così, ma è un dato di fatto. Forse è legato…

View original post 1.425 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...