Visitate il nostro sito web


www.ponterosso.ch

Una sintesi dei problemi legati ad una gestione pubblica fallimentare della protezione dai pericoli naturali.  La storia delle ragioni che hanno portato a 2 morti evitabili  in 13 anni , a causa di scelte avventuristiche  operate dalle autorità cantonali ( Dip. del Territorio ) in nome del “risparmismo” . Una storia che ha portato ad una denuncia penale contro lo Stato del Cantone Ticino, tuttora in corso.

La nostra associazione attenderà una decisione finale da parte della Procura prima di pubblicare i documenti in proprio possesso, parte dei quali sono citati nella ricostruzione storica che trovate nel sito.

La frana di Preonzo: alcune domande.


http://www.ticinonews.ch/articolovideo.aspx?id=191473&rubrica=2

http://www.youtube.com/watch?v=hADpiSxtPnw

La popolazione del  Cantone Ticino in questi giorni sta “scoprendo” un pericolo che incombe su un abitato  e sull’autostrada N2, la  frana sopra Preonzo ( il Valegion ). I media ne parlano  soprattutto perché sotto c’è una zona industriale che deve essere evacuata. Ma da quanto tempo il problema era conosciuto ? Perché negli anni passati si è permesso di costruire proprio sotto questo pericolo incombente ? La frana, si dice, si muoveva molto lentamente. La situazione era “sotto controllo”, così sovente si diceva per rassicurare.

Ma per quali motivi questa parte di montagna si sta muovendo e cadrà a valle ? Quali ne sono le caratteristiche ?

 

Prossimamente  presenteremo dei materiali che possano farci capire le ragioni di questa situazione, che è del resto molto simile a tante altre nella regione alpina,  e da noi come la valle Pontirone e la valle Calanca, o come il Crenone ( da cui scende il riale Vallone ), dove la parte di  montagna che si sta muovendo ( il Püpon ) rappresenta un pericolo ben più grave perché potrebbe chiudere la valle di Blenio e formare un lago come nel 1512, con la Buzza di Biasca.

Mostra immagine a dimensione intera

La storia del dibattito sull’inceneritore di Giubiasco: sul portale INFOPINO e il sito OKKIO


 

Per rilanciare l’attenzione sulla necessità di una informazione rinnovata, in rete e non, a proposito della pericolosità dell’ inquinamento prodotto dall’inceneritore di Giubiasco, vi invitiamo a rivedere il dibattito che si era sviluppato sul portale web INFOPINO. ( www.infopino.ch ) e sul sito OKKIO (www.okkio.ch )

Andate su :

http://search.autocompletepro.com/searchresults.aspx?adsenseFill=false&useAdwords=false&cl=1&sitesearch=infopino.ch&q=giubiasco inceneritore&si=3104&cc=CH&p=1

e poi su

www.okkio.ch