A proposito dell’inceneritore di Giubiasco. Le parole che nascondono i fatti.


Guardate questo documentario nel quale viene presentata una versione iperottimistica delle qualità dell’inceneritore di Giubiasco.

Fonte    

http://www.elettricitaperdomani.ch/videos/energia-pulita-dai-rifiuti?utm_source=nl_6

Apriamo qui un dibattito su “ quali sono le parole che nascondono  i  fatti reali ?” , soprattutto riferendoci all’intervista di Marco Borradori .

  • Prima domanda :  come è possibile definire “energia pulita l’energia elettrica prodotta dagli inceneritori ?
  • Seconda domanda : per quali ragioni  questa energia viene presentata come energia rinnovabile , quindi assimilata a quella solare o eolica ?
  • Terza domanda : perché in questo discorso non vi è il minimo accenno agli elementi inquinanti e pericolosi per la salute che l’inceneritore immette comunque  nell’atmosfera e nelle acque ( ma che per altro vengono considerati “accettabili” ) ?

INVITIAMO TUTTI GLI INTERESSATI AD INTERVENIRE NELLA DISCUSSIONE ED A PARTECIPARE AL SONDAGGIO.

Ascoltate questa intervista alla dottoressa Patrizia Gentilini:

http://www.youtube.com/watch?v=exYiYabLtEw

Guardate anche  il testo dell’interpellanza del 2007 da parte del compianto Giorgio Canonica e cofirmatari:

http://www.ti.ch/CAN/SegGC/comunicazioni/GC/interrogazioni/158.07.htm

Di nuovo il Vajont: capire quanto è successo dopo la tragedia


La giornalista Lucia Vastano aveva descritto e denunciato  quanto è successo negli anni seguenti la tragedia ( Lucia Vastano – Vajont, l’onda lunga – Ed.  Ponte alle Grazie ) .

A quella denuncia è seguito il silenzio della grande stampa e dell’editoria che fa opinione. Crediamo sia necessaria oggi un’azione coordinata tra diversi Blog in Italia e non solo  per tentare di rilanciare l’attenzione sull’enormità di quanto è successo, e sulle ragioni strutturali della “politica” per nascondere all’opinione pubblica le implicazioni della scelta di far sparire la memoria e di contemporaneamente permettere che una montagna di denaro, sotto il simulacro della ricostruzione, finisse in realtà in altre mani, lasciando invece ai sopravvissuti l’insulto delle briciole e la negazione della memoria individuale.

Guardate queste due parti di un documentario che trovate in rete, dove  nel primo viene spiegata quale è stata l’origine del progetto della diga  e nel secondo  (con  intervista a Lucia Vastano ) che cosa è successo durante e dopo il processo per il Vajont.

http://www.youtube.com/watch?v=l8id-tIS3iI&feature=channel

http://www.youtube.com/watch?v=AOboc6beK1w&feature=channel

Sulla storia dei rifiuti a Napoli. Un documentario della TSI che apriva precisi interrogativi


Quale era la situazione a Pianura ( Napoli ) ? Come è oggi ? I rifiuti sono spariti dalla TV grazie al “miracolo”  berlusconiano, quali problemi sono stati risolti ?

17.01.08 – La battaglia dei rifiuti

di Massimo Cappon

Collegatevi in ADSL a :

http://la1.rsi.ch/falo/welcome.cfm?idg=0&ids=988&idc=25335

Ma che cosa è realmente successo alla Polonia ?


Nel momento in cui la crisi economica sta investendo pesantemente l’UE e l’euro sta precipitando, ci sembra necessario avere un occhio attento ai fatti più clamorosi che hanno preceduto la fase attuale. La “decapitazione” della classe dirigente polacca avvenuta con l’incidente aereo di Smolenk, che ha eliminato i principali uomini politici e militari insieme al Presidente della Banca nazionale, continua a non avere una spiegazione certa. La Polonia era l’unico paese UE ad avere una crescita economica grazie ad alcune scelte coraggiose dei massimi organismi economici. Quali cambiamenti saranno imposti a questo Paese dopo questi fatti ?

Il  servizio giornalistico che viene presentato in questo video mette in evidenza una serie di interrogativi inquietanti. Possiamo pensare che tutto questo non ci riguardi e non abbia conseguenze  sull’intera economia europea, Italia e Svizzera compresa  ?

27 aprile 2010 — Servizio della Giornalista Jane Burgermeister, nota per le sue inchieste sulla pandemia del vaccino antiinfluenzale,

( vedi questa intervista  su http://www.youtube.com/watch?v=vjMmt5XLSP0&feature=related ) ,

sul recentissimo incidente aereo in cui sono “stati decapitati” ( cosi hanno ordinato a tutti i media di scrivere ), i vertici del Governo Polacco.
Cosa la versione ufficiale non dice.

Collegatevi a

http://www.youtube.com/watch?v=fsSoE3uiDgw&NR=1



add page

Un appello per il diritto all’informazione. Contro l’oscenità berlusconiana


http://laltrametadelcielo.wordpress.com/2010/05/21/pubblica-resistenza-contro-il-ddl-intercettazioni/#comment-1378

Si apre in Italia, con la decisione del Parlamento che proibisce la trasmissione dei contenutti di intercettazioni telefoniche, un nuovo capitolo per il diritto all’informazione. Affaire a suivre…

Il dopo Vajont: lo scandalo del trattamento riservato ai superstiti e dei soldi finiti agli speculatori


Il dopo Vajont è stato ancora  peggio della tragedia del 9 ottobre 1963. Questa storia è stata ricostruita dalla giornalista Lucia Vastano nel libro “Vajont. L’onda lunga” , Editrice Ponte alle Grazie

 Una trasmissione de “LE IENE” nel 2007 aveva ripercorso alcuni  momenti del dopo Vajont, intervistando diversi sopravvissuti ( fra cui Mario Pozzobon, ed il sindaco di Erto ). La riproponiamo qui.

http://www.youtube.com/watch?v=mWaJIDcO6jM&feature=player_embedded#!